ChannelDraw
Gianluca Costantini
Political Comics

Mustafa Enis Durak

Picture was taken before the İzmir 20th Assize Court. Mustafa Enis Durak on the left, next to him his mother. He was a 3rd year medical school student, arrested on allegations of membership in the Gülen (terror) organization. This is these are his last moments with his mother.

İtalyan sanatçı ve aktivist Gianluca Costantini, iki gün önce tutuklanan, 21 yaşındaki eski askeri öğrenci Mustafa Enis Durak’ın adliye koridorunda annesine sarılarak veda ettiği anı çizdi.

BOLD – İnsan hakları ihlalleri konusundaki çizimleriyle tanınan Gianluca Costantini, İki gün önce İzmir Havaalanı’nda gözaltına alındıktan sonra Şakran Cezaevine gönderilen Mustafa Enis Durak‘ın annesiyle son vedalaşmasını Beyoğlu’ndaki Leblebici Sokak’ın duvarına çizdi.

İtalyan çizer, eserini Twitter hesabından “Mustafa Enis Durak ve annesi İstanbul sokaklarında” notuyla paylaştı. Bugüne kadar Avrupa’da birçok sergi açan Costantini hedefini, “İnsan hakları ihlallerini kınamak ve aynı zamanda gücü elinde tutan ve kararlar alan insanları ifşa etmek” diye açıklıyor.

2014 yılında Maltepe Askeri Lisesi’ni ikincilikle kazanan Mustafa Enis Durak, okulu kapatıldıktan sonra Muğla Sıtkı Koçman Üniversitesi Tıp Fakültesi’ne girmişti. Üçüncü sınıfta olan Durak’ın eğitimi de yarım kaldı. Continue

Un ex cadetto militare è stato arrestato martedì all’aeroporto di #Smirne per scontare una condanna a sette anni e sei mesi per legami con il movimento Gülen, secondo quanto riportato dal sito web Bold Medya.

Mustafa Enis Durak, 22 anni, studente di medicina al terzo anno, è stato arrestato tre volte negli ultimi sei mesi. Per la prima volta il 6 dicembre 2021, ma è stato rilasciato 20 giorni dopo. È stato nuovamente arrestato il 14 aprile e mandato in una prigione a Smirne solo per essere rilasciato una settimana dopo.

Durak è stato accusato di prendere parte a riunioni religiose quando era un cadetto militare e di osservare pratiche islamiche come la preghiera, che sono rigorosamente regolate dall’esercito turco. Fu spinto a denunciare nomi dei suoi amici che partecipavano alle riunioni; tuttavia, Durak ha rifiutato e ha negato tutte le accuse.Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ha preso di mira i seguaci del movimento Gülen, un gruppo religioso ispirato dal religioso turco Fethullah Gülen, sin dalle indagini sulla corruzione del 17-25 dicembre 2013, che hanno coinvolto l’allora primo ministro Erdoğan, i suoi familiari e la sua cerchia ristretta.

Respingendo le indagini come un colpo di stato gülenista e una cospirazione contro il suo governo, Erdoğan ha designato il movimento come un’organizzazione terroristica e ha iniziato a prendere di mira i suoi membri. Ha intensificato la repressione del movimento a seguito di un tentativo di colpo di stato il 15 luglio 2016 che ha accusato Gülen di ideare. Gülen e il movimento negano fermamente il coinvolgimento nel fallito golpe o qualsiasi attività terroristica.

La famiglia di Durak ha detto che il ragazzo aveva solo 14 anni quando è stato accettato in una scuola superiore militare a Istanbul. Aveva 16 anni quando è avvenuto il tentativo di colpo di stato e, secondo la sua famiglia, non può essere ritenuto responsabile.Poco dopo il tentativo di colpo di stato, il governo ha chiuso le accademie di guerra, le scuole superiori militari e le scuole di preparazione e le ha sostituite con un’università militare sotto la giurisdizione del Ministero della Difesa.

Un totale di 259 cadetti militari sono stati arrestati con l’accusa di colpo di stato il 16 luglio 2016 e sono stati arrestati quattro giorni dopo. I cadetti sono stati incriminati un anno dopo essere stati messi in custodia cautelare e il loro processo si è concluso nel maggio 2018.

Centosettantotto dei cadetti sono stati condannati all’ergastolo con l’accusa di aver tentato di rovesciare l’ordine costituzionale e di aver tentato di rovesciare il governo e il parlamento turchi con l’uso della forza e di appartenenza a un’organizzazione terroristica.I cadetti affermano di non sapere che era in corso un tentativo di colpo di stato e di agire su ordine dei loro superiori, che hanno detto loro che c’era un attacco terroristico.

Turkey

Political Comics

Newsletter