ChannelDraw
Gianluca Costantini
Political Comics

Giulia Cecchettin

Giulia Cecchettin è morta, e con lei è morta anche una speranza che ha tenuto l’Italia intera col fiato sospeso per una settimana intera. La sua vita è stata troncata brutalmente, in un tragico epilogo che ha sconvolto non solo la sua famiglia e i suoi amici, ma l’intera comunità di Vigonovo e Saonara, i luoghi dove ha vissuto e cresciuto.

Le ultime notizie parlano di un ritrovamento drammatico, il suo corpo senza vita è stato scoperto durante le ricerche intorno al Lago di Barcis, in Friuli Venezia Giulia. Giulia, una giovane donna di soli 22 anni, è stata uccisa con coltellate, le ferite riguardano sia la testa che il collo, poi è stata spinta giù in un dirupo, precipitando per 50 metri. Un gesto crudele che ha posto fine alla sua vita e ha lasciato un vuoto immenso nella vita di chi l’ha conosciuta e amata.

Il sospetto cade su Filippo Turetta, il suo ex fidanzato, scomparso insieme a lei e ora ricercato per omicidio. Le indagini sono in corso, mentre le forze dell’ordine lo cercano non solo in Italia ma anche all’estero, in Austria, dove sembra si sia diretto attraversando il confine dopo la sparizione di Giulia.

Le parole degli appelli, degli avvocati, dei genitori di entrambi raccontano la disperazione e la confusione di fronte a un evento così tragico. Mentre la comunità si stringe intorno alla famiglia di Giulia, la rabbia e il dolore si mescolano, mentre tutti cercano di elaborare e capire cosa sia successo.

Il Sindaco di Venezia, Luca Zaia, esprime vicinanza e solidarietà, così come il Sindaco di Vigonovo, Luca Martello, che, oltre al cordoglio, si batte per porre un freno alla violenza contro le donne.

Sui social, la sorella di Giulia, Elena, ricorda il suo sorriso e la sua bellezza, mentre l’Italia si unisce nel ricordo di una giovane vita spezzata troppo presto.

Italy / Femicide / Femminicidio

Political Comics

Newsletter

saving your data…